Ultimi eventi

  • C'è qualcuno là fuori? Conferenze scientifiche a Castel San Pietro Terme

    Mercoledì, 23 Gennaio, 2019 - 06:00
    Antichi sotterranei di Palazzo Comunale

    C’è qualcuno là fuori?
    Conferenze scientifiche a Castel San Pietro Terme dal 23 gennaio al 27 marzo 2019


    “C’è qualcuno là fuori” è una delle più antiche domande che l’uomo si pone fin dall’alba dei tempi. Grazie al progresso scientifico, sempre più veloce, la risposta sembra ogni giorno essere più vicina. E’ così? E nel caso, crediamo di essere pronti ad una novità di tale portata?
    Nei secoli più recenti della nostra storia i progressi e le scoperte scientifiche hanno accompagnato i più grandi cambiamenti sociali, a partire dalla rivoluzione del pensiero innescato dalla scoperta che è la Terra a girare intorno al Sole e non viceversa, novità che ha portato alla fine del Medioevo e all’inizio dell’era storica moderna.
    Sapere è dunque potere, ma per essere efficace il sapere deve essere accompagnato dalla consapevolezza. A tale proposito l’associazione turistica Pro Loco Castel San Pietro Terme propone un viaggio verso la consapevolezza che è oggi più possibile, anzi probabile, rispondere alla domanda “C’è qualcuno là fuori” che dà il titolo alla serie di appuntamenti scientifici a Castel San Pietro Terme in programma fra gennaio e marzo.

    Gli appuntamenti si terranno nei sotterranei del Palazzo comunale (entrata porta dei Vigili Urbani) nei giorni qui di seguito indicati e con inizio ore 20:30.

    LE DATE E GLI ARGOMENTI TRATTATI

  • Visita guidata a Casa Isolani (Bologna)

    Sabato, 6 Aprile, 2019 - 13:00

    Sabato 6 aprile 2019 per il progetto di Pro Loco Castel San Pietro Terme “Conosciamo il territorio vicino e lontano”:
    visita guidata a Casa Isolani, Bologna.

    Nel cuore del centro storico di Bologna, sulla splendida Piazza Santo Stefano, sorge il grande complesso delle Case Isolani. La famiglia, proveniente dall’Isola di Cipro è già attestata a Bologna nel XIII secolo.
    La visita guidata all’appartamento a piano terra con le sale settecentesche riccamente affrescate e decorate con tappezzerie damascate, arredi, dipinti e suppellettili, consentirà di ripercorrere la storia della famiglia e del Palazzo stesso.

    Prenotazione obbligatoria presso gli uffici Pro Loco Castel San Pietro Terme.

     

  • Very Slow Italy, la fiera delle Città Slow a Castel San Pietro Terme

    Venerdì, 12 Aprile, 2019 - 18:30

    La fiera delle Città Slow fa tappa a Castel San Pietro Terme il 13 e 14 aprile 2019 con un ricco e gustoso programma dall’enogastronomia al vivere sostenibile, il Borgo dei Sapori (fiera dei prodotti alimentari tipici italiani) e la Piazza del Gusto, dove le cantine locali incontrano i sapori della tradizione.

    IL PROGRAMMA DELL'ANTEPRIMA DI VENERDI' 12 APRILE

    18.30-23.00: inaugurazione Very Wine
    Percorso degustativo enogastronomico a cura dell’AccademiaInternazionale Enogastronomi Sommeliers - A.I.E.S.
    In collaborazione con I.I.S. “Bartolomeo Scappi”, C.L.A.I. Macellerie del Contadino e Caseificio Comellini.

    19.00: Very Slow in parole e musica
    Recital a cura delle Associazioni Terra Storia Memoria e Spazio L.I.F.E.

    20.30: Faschion & wine
    Sfilata di moda a cura di: Ross abbigliamento, Preziose Follie, Tiziana profumeria e pelletteria, Ottica Inn, Equipe Jole & Loris parrucchieri ed estetica, Coffee, Farmacie Comunali dell’Ospe- dale e Bertella, Roses. Presenta Sabina Niceforo.

    21.00: Women under the stars
    Piano bar sotto le stelle a cura dell’Associazione Spazio L.I.F.E.
     

News

  • Giornate Fai di primavera 2019, quest'anno anche a Castel San Pietro Terme

    Ogni anno, dal 1993, il primo weekend di primavera il FAI organizza una manifestazione nazionale dedicata alla riscoperta del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese. Una grande festa dei beni culturali aperta a tutti e alla quale in 26 anni di storia hanno partecipato più di 10 milioni di Italiani che hanno avuto l'opportunità di visitare oltre 12.000 luoghi solitamente chiusi al pubblico in più di 5.000 città di tutta Italia.

    Quest'anno per la prima volta le Giornate Fai di Primavera, sabato 23 e domenica 24 marzo, fanno tappa anche a Castel San Pietro, con due beni visitabili grazie ai giovani ciceroni formati anche grazie alla collaborazione dell'associazione tuistica Pro Loco Castel San Pietro Terme (che tutto l'anno propone visite guidate della propria città). Un'opportunità nata grazie al rapporto di interesse e fiducia reciproca coltivato contemporaneamente da Fai e Amministrazione comunale.

    "Con il Fai si chiude un cerchio di grandi collaborazioni per il territorio e del territorio stesso, di cui già il progetto delle targhe turistiche sostenuto dalla Pro Loco e dall'Amministrazione comunale è esempio - commenta la presidente di Proloco Raimonda Raggi -. La città di Castel San Pietro Terme dispone di numerose bellezze artistiche e architettoniche che meritano di essere valorizzate. E' un onore essere inseriti in un progetto nazionale con due beni (il Cassero e il Santuario del SS Crocifisso con il carillon di 55 campane). Le parole chiave del lavoro virtuoso che Castel San Pietro Terme sta facendo sono tre: coprogettazione, il fare bene perchè facciamo insieme; unicità, che la città ha e deve esserne consapevole per valorizzarle al meglio; patrimonio, che non è solo l'insieme delle bellezze ma conta anche il tessuto sociale, i volontari, i giovani".

    Le Giornate Fai di Primavera sono anticipate da una speciale serata di presentazione del programma e delle bellezze aperte al pubblico il 22 marzo al teatro Cassero, con lo spettacolo "Genti, intendete questo sermone" di Matteo Belli (ore 20.30) - per prenotazioni: sanlazzaro@gruppofai.fondoambiente.it.
     

  • C’è qualcuno là fuori? Il calendario di conferenze scientifiche a Castel San Pietro Terme registra il tutto esaurito “dentro”!

    “C’è qualcuno là fuori” è una delle più antiche domande che l’uomo si pone fin dall’alba dei tempi. Grazie al progresso scientifico, sempre più veloce, la risposta sembra ogni giorno essere più vicina. È così? E nel caso, crediamo di essere pronti ad una novità di tale portata? Quesiti e domande che hanno interessato un grande pubblico, che ha affollato i sotterranei del Palazzo Comunale per le prime due date in programma dedicate ai radiotelescopi della vicina Medicina e al loro lavoro di ricerca della vita extraterrestre e ai progetti del radiotelescopio nella faccia nascosta della Luna e della missione Focal. Nei secoli più recenti della nostra storia i progressi e le scoperte scientifiche hanno accompagnato i più grandi cambiamenti sociali, a partire dalla rivoluzione del pensiero innescato dalla scoperta che è la Terra a girare intorno al Sole e non viceversa, novità che ha portato alla fine del Medioevo e all’inizio dell’era storica moderna. Sulla falsariga di questo sapere che genera potere, nelle prime due serate del ciclo di incontri si è iniziato a discutere il tema della ricerca di segnali elettromagnetici per avere la conferma di non essere soli nell’immenso universo che ci circonda. Questo tipo di ricerca da terra può essere condotta con telescopi ottici alla ricerca di un impulso laser oppure con grandi radiotelescopi alla ricerca di particolari segnali radio. Il nostro Paese è ora impegnato nella ricerca di segnali radio, visto che abbiamo a disposizioni le grandi antenne dell’Istituto Nazionale di astrofisica. Si tratta però di una ricerca estremamente complicata: non sapendo, infatti, che tipo di segnale cercare esattamente, risulta difficile mettere a punto l’elettronica e le acquisizioni dati dei grandi radiotelescopi nazionali per questi usi. Si è poi affrontata la descrizione di due importantissime missioni spaziali, una che prevede la costruzione di un radiotelescopio nella faccia nascosta della luna per le sue caratteristiche di estremo silenzio radio (essendo schermati tutti i segnali radio provenienti dalla Terra). L’altra è la missione FOCAL, che ipotizza di usare il sole come lente gravitazionale (si otterrebbe un sensore con estrema risoluzione spaziale) ponendo un ripetitore radio nel fuoco della lente che si trova a miliardi di chilometri dallo stesso. In questo caso civiltà extraterrestri che mai si trovassero dietro al sole avrebbero, tempo di volo dei segnali a parte, grosse possibilità di essere ascoltate da parte nostra.


    Sono ancora quattro gli eventi in programma del percorso “interstellare” proposto dall’Associazione Turistica Pro Loco Castel San Pietro Terme, ad ingresso libero.

Mercato Castro Antiquarium 2019


Centro Storico dalle ore 8.00 alle ore 20.00

  • 27 gennaio
  • 24 febbraio
  • 31 marzo
  • 28 aprile
  • 26 maggio
  • 25 agosto
  • 29 settembre
  • 27 ottobre
  • 24 novembre

Tessera socio Pro Loco


Essere socio Pro Loco: una tessera tanti vantaggi!

Ai seguenti link troverete l’elenco delle convenzioni esclusive a livello regionale e nazionale cui potrete usufruire presentando la tessera UNPLI della vostra Pro Loco:
- Nazionali
- Regionali

Entra a far parte della famiglia delle Pro Loco d'Italia, un grande mondo composto da oltre 6200 Associazioni e 500.000 associati su tutto il territorio nazionale. Richiedi subito la Tessera del Socio annuale alla tua Pro Loco!


Monumenti

Castel San Pietro Terme fa centro
Comune di Castel San Pietro Terme
UNPLI