Venerdì, 22 Marzo, 2019 - 20:30

In occasione delle Giornate FAI di Primavera dedicate ai santuari, carillon e fortificazioni quali unicità di Castel San Pietro Terme, venerdì 22 marzo 2019 (ore 20.30) è in programma un evento speciale di presentazione delle Giornate di Primavera e raccolta fondi: lo spettacolo di e con Matteo Belli "Genti, intendete questo sermone", un viaggio tra brani poetici del XIII e XIV secolo, testi giullareschi medioevali e moderni, giochi linguistici e un omaggio al grammelot, in scena al Teatro comunale Cassero.

Serata di raccolta fondi - Prenotazione obbligatoria
Informazioni e prenotazioni: sanlazzaro@gruppofai.fondoambiente.it

I BENI VISITABILI PER LE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA SONO IL CASSERO E IL SANTUARRIO SS. CROCIFISSO CON IL CARILLON DI 55 CAMPANE UNICO IN EUROPA

Cassero
Il Cassero con la sua torre è il monumento simbolo della città. Costruito come baluardo di difesa del territorio di Bologna, segna la nascita ufficiale di Castel San Pietro Terme nel 1199, come riportato nella targa ancora oggi visibile. La cinta muraria che circondava tutto il paese si diramava dal Cassero, inizialmente realizzato in legno, ma trasformato nei secoli successivi in base alle esigenze militari. Nei primi anni del Cinquecento, quando Bologna e Imola passarono sotto lo Stato Pontificio perse definitivamente la funzione militare, divenendo poi nella seconda metà del ‘700 un locale per “pubblici trattenimenti”. Nel 1784 la torre venne dotata di un orologio e nel 1842 di una nuova e più grande cella campanaria. Usato temporaneamente come alloggio militare durante la prima Guerra Mondiale, nel 1964 fu riaperto il passaggio ad arco gotico prospiciente l’antico ponte levatoio. Dal 2008 un nuovo intervento di restauro lo ha riportato alla sua funzione di teatro.
Orario: sabato 23 e domenica 24 marzo, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30)
Contributo suggerito: da 3 euro
Apertura a cura del Gruppo Fai Savena-Idice-Sillaro
Visita a cura degli apprendisti Ciceroni di Castel San Pietro Terme

Santuario del SS Crocifisso
Il Santuario del SS.Crocifisso, inaugurato nel 1741, custodisce dipinti ed altorilievi di notevole pregio, un prezioso gruppo della Pietà in terracotta, e il Crocifisso che il sacerdote battista Antonio Comelli aveva donato alla Compagnia del Santissimo Sacramento nel 1543. Nel 1924 la chiesa fu ampliata verso la piazza con la costruzione del pronao. L’annesso campanile venne realizzato tra il 1926 e il 1930 e fu dotato di un particolarissimo carillon voluto dal canonico don Roberto Salieri, su progetto del castellano Giulio Gollini. Il carillon, il più grande d’Italia e strumento unico in Europa, è costituito da 55 campane di varie dimensioni realizzate dalla Fonderia Brighenti, suonate con uno speciale organo a tastiera creato appositamente dal mastro Gollini. La tastiera, tipica del pianoforte, posta alla base del campanile, aziona i martinetti delle campane grazie ad un meccanismo elettropneumatico.
Orario: sabato 23 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17.30; domenica 24 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30)
Contributo suggerito: da 3 euro
Apertura a cura del Gruppo Fai Savena-Idice-Sillaro
Visita a cura degli apprendisti Ciceroni di Castel San Pietro Terme