Ogni anno, dal 1993, il primo weekend di primavera il FAI organizza una manifestazione nazionale dedicata alla riscoperta del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese. Una grande festa dei beni culturali aperta a tutti e alla quale in 26 anni di storia hanno partecipato più di 10 milioni di Italiani che hanno avuto l'opportunità di visitare oltre 12.000 luoghi solitamente chiusi al pubblico in più di 5.000 città di tutta Italia.

Quest'anno per la prima volta le Giornate Fai di Primavera, sabato 23 e domenica 24 marzo, fanno tappa anche a Castel San Pietro, con due beni visitabili grazie ai giovani ciceroni formati anche grazie alla collaborazione dell'associazione tuistica Pro Loco Castel San Pietro Terme (che tutto l'anno propone visite guidate della propria città). Un'opportunità nata grazie al rapporto di interesse e fiducia reciproca coltivato contemporaneamente da Fai e Amministrazione comunale.

"Con il Fai si chiude un cerchio di grandi collaborazioni per il territorio e del territorio stesso, di cui già il progetto delle targhe turistiche sostenuto dalla Pro Loco e dall'Amministrazione comunale è esempio - commenta la presidente di Proloco Raimonda Raggi -. La città di Castel San Pietro Terme dispone di numerose bellezze artistiche e architettoniche che meritano di essere valorizzate. E' un onore essere inseriti in un progetto nazionale con due beni (il Cassero e il Santuario del SS Crocifisso con il carillon di 55 campane). Le parole chiave del lavoro virtuoso che Castel San Pietro Terme sta facendo sono tre: coprogettazione, il fare bene perchè facciamo insieme; unicità, che la città ha e deve esserne consapevole per valorizzarle al meglio; patrimonio, che non è solo l'insieme delle bellezze ma conta anche il tessuto sociale, i volontari, i giovani".

Le Giornate Fai di Primavera sono anticipate da una speciale serata di presentazione del programma e delle bellezze aperte al pubblico il 22 marzo al teatro Cassero, con lo spettacolo "Genti, intendete questo sermone" di Matteo Belli (ore 20.30) - per prenotazioni: sanlazzaro@gruppofai.fondoambiente.it.